Navigation

Vacanze rovinate
Travel
RICHIESTE DI RISARCIMENTO PER INCIDENTI IN VACANZA

Farsi male in vacanza può essere molto stressante e fastidioso. Con così tante persone che lavorano e viaggiano all’estero ed esplorano il mondo, gli incidenti in vacanza purtroppo accadono di frequente.

Fare una richiesta di risarcimento per incidenti in vacanza può essere più difficile rispetto ad altri tipi di richieste. Le richieste di risarcimento per gli incidenti avvenuti all’estero, di solito sono soggette alla legge del paese in cui si è verificato l’infortunio, il che influisce sul tuo diritto a un risarcimento e sul valore della tua richiesta di risarcimento.

Tuttavia, ci sono leggi ed organismi istituiti per aiutare le vittime a ricevere il risarcimento dovuto come ad esempio c’è il Decreto Legislativo n° 190 del 30 giugno 2003, emanato in attuazione della direttiva 2000/26/CE (Quarta Direttiva Auto) che impone che tutte le auto europee siano elencate in una banca dati, rendendo più facile individuare le auto straniere coinvolte in un incidente. Vi è anche un organo istituito nel caso che la compagnia di assicurazione straniera non possa essere identificata, chiamato il Motor Insurers Bureau, il quale gestisce le richieste di risarcimento.

Il tour operator, il personale dell’hotel e ogni impresa coinvolta nei tuoi viaggi, hanno il dovere di offrire un servizio sicuro. Gli alberghi devono offrire un ambiente igienico e pulito, i tour operator devono garantirti che starai al sicuro nel tuo albergo e durante il viaggio da e per l’aeroporto. Inoltre, le agenzie che organizzano le escursioni , devono valutare il rischio dei viaggi pianificati, al fine di evitare che si verifichi un incidente.

Tipi di richiesta di indennizzo per infortuni durante le vacanze

Ricordati che gli incidenti in vacanza non comprendono solo gli incidenti in un hotel, ma anche i danni su barche o durante le crociere, in un aereo, in viaggio, in auto o su veicoli a noleggio o anche in spiaggia.

Cause di incidenti all’estero

Le cause di un incidente in vacanza potrebbero includere:

  •  disservizi in albergo, ritardo o soppressione volo, bagagli smarriti;
  •  pavimento bagnato o oggetti fuori posto che causano uno scivolone o incidente di viaggio;
  •  infortuni che si sono verificati sul trasporto estero;
  •  un infortunio verificatosi durante un’escursione;
  •  intossicazione alimentare al ristorante /buffet dell’hotel;
  •  malattia derivante da cattiva igiene dell’albergo;
  •  problemi con la tua auto a noleggio, che ti può aver  portato ad un incidente di vacanza;
  •  incidenti durante sport acquatici;

Incidenti all’estero

Ora è molto più facile fare una richiesta di risarcimento, se hai subito un infortunio all’estero.
Da quando è stata emanato e recepito da tutti gli stati membri dell’ UE  il
Decreto Legislativo n° 190 del 30 giugno 2003, emanato in attuazione della Direttiva 2000/26/CE (Quarta Direttiva Auto), è diventato molto più facile per i turisti richiedere risarcimenti per gli incidenti all’estero, al loro ritorno in Italia.

 Come evitare gli incidenti all’estero

 Come molti hanno potuto sperimentare in diversi paesi del mondo,  guidare una vettura all’estero può essere molto pericoloso. Gli incidenti stradali sono infatti una delle cause principali di morte, insieme alle malattie cardiovascolari, dei turisti in vacanza. In molti Paesi in via di sviluppo le norme che regolamentano il traffico sono carenti o non vengono fatte rispettare. E le strade sono costruite in modo insoddisfacente e mal tenute. Il traffico è molto più complesso rispetto all’occidente: si possono incontrare mezzi a due ruote, a quattro ruote, veicoli trainati da animali, pedoni, ecc.”.

Ci sono tuttavia delle regole che possono ridurre i rischi:

 1) dotarsi di un’assicurazione che copra gli incidenti e gli eventuali trattamenti medici;

 2) procurarsi una patente di guida internazionale che consenta la guida all’estero;

 3) prima di partire, informarsi sulle norme che regolamentano il traffico nel paese che si intende visitare, sulla rete stradale e sullo stato delle strade, presso le nostre ambasciate;

 4) tenere conto delle abitudini di guida locali (in alcuni paesi, ad esempio, si usa suonare il clacson o lampeggiare prima del sorpasso);

 5) fare particolare attenzione nei paesi in cui si tiene la sinistra;

 6) evitare strade accidentate, buie o di montagna;

 7) meglio non noleggiare motorini, motociclette o biciclette;

 8) se si noleggia un’auto all’estero, accertarsi dello stato delle gomme, dei freni e della presenza della ruota di scorta, e non dimenticare mai di allacciare le cinture di sicurezza;

 9) non bere se si è alla guida e rispettare i limiti di velocità;

 10) fare attenzione agli animali che attraversano la strada.

 

Richiedere un risarcimento per un incidente all’estero

I tour operator hanno la responsabilità di fare in modo che tutti gli alloggi siano sicuri e igienici e che gli ospiti non siano esposti a nessun rischio durante la loro vacanza. Se tale obbligo di diligenza non è stato rispettato, qualsiasi cliente che  subisca danni personali, stress, perdita o danno all’estero,  può inoltrare una legittima richiesta di risarcimento al proprio tour operator in Italia. Naturalmente, non tutte le vacanze sono parte di un pacchetto. Se hai organizzato da solo la tua vacanza o viaggio d’affari, la tua richiesta di risarcimento sarebbe probabilmente ancora soggetta alla legge di tale paese, e dovrebbe essere fatta lì. Ma Forum Legal Services può fornirti tutta la consulenza legale specialistica e senza chiederti mai alcun anticipo!

 

Se ritieni di essere stato vittima di un incidente in vacanza , chiamaci e uno dei nostri consulenti specializzati nel settore,  risponderà alle tue richieste. In alternativa, puoi compilare il nostro modulo online o attivare la nostra chat di assistenza.  Sarai immediatamente contattato.

Se desideri approfondire questo argomento, visita il nostro blog dedicato e i casi più noti.  Oppure, per maggiori informazioni su cosa aspettarti, puoi leggere alcuni commenti lasciati da persone che abbiamo aiutato .

Anche le consulenze, come i nostri servizi, sono  gratuiti, ma il consiglio potrebbe essere di inestimabile valore.

No comments so far!
Leave a Comment